Bernardino Bison

(1762-1844)

 Pagine correlate: Pittori veneti A – F – Pittori veneti G – Z

Bernardino Bison nasce a Palmanova nel Friuli il 16/07/1762. Ancora molto giovane inizia gli studi prima a Brescia e dopo a Venezia all’Accademia delle Belle Arti con alcuni famosi maestri del Settecento. Fuori dell’ambiente dell’Accademia, Bison è attento in modo particolare agli insegnamenti di Anton Maria Zanetti, grande critico e storico dell’arte veneziana.

 Realizza una grande quantità di decorazioni ad affresco negli esterni ed interni di palazzi, castelli ed soprattutto edifici pubblici di Trieste, dove vive dal 1807 al 1831, senza trascurare quelli nelle province di Padova, Treviso, Ferrara, Udine e Zara. Pittore di grande vena artistica, lascia numerose opere a olio, guazzi, acquerelli e disegni, oltre ad alcuni bozzetti occasionalmente realizzati per le scenografie. Nel 1831 Bison si reca a Milano, dove trascorre gli ultimi anni della sua vita e muore il 24 agosto del 1844.

Un’opera del Bison:

1 G. B. Bison - Paesaggio fantastico
Paesaggio fantastico, cm. 55,4 x 73,5 Museo Civico di Treviso

Bibliografia:

  • “Disegni del Bison”, Del Bianco, Aldo Rizzi, Udine 1976.

  • “La collezione Cagnola. I dipinti, Busto Arsizio”, Giorgio Fossaluzza e Miklós Boskovits, Nomos Edizioni, 1998.

  • Giuseppe Bernardino Bison, pittore e disegnatore (recensione), a cura di L. Wolk-Simon in “Master drawings”, 38, 2000.

  • “Giuseppe Bernardino Bison ed Eduard de Heinrich nella collezione d’arte di Nicolò Bottacin” di E. Del Bianco in “Bollettino del Museo Civico di Padova”, 90, 2001.

  • “Il Settecento a Venezia, i Vedutisti”, F. Pedrocco, Milano 2001.

  • “Il Museo Civico d’Arte di Pordenone”, a cura di G. Ganzer, Vicenza 2001.

  • “Da Tintoretto a Bison: disegni del Museo d’Arte secoli XVI -XVIII”, a cura di F. Pellegrini, Padova 2005.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *