Pietro Bouvier

(Milano 1839 / 1927)

Pagine correlate: Pittori lombardi A – F – Pittori Lombardi G – Z

Pietro Bouvier

Legato agli artisti della scapigliatura, il Bouvier frequenta l’Accademia di Brera seguendo i corsi di Raffaele Casnedi (Como 1822- Milano 1892). Affreschista, decorò le chiese di Besana, Valmadrera, Asso. Insieme al Bertini, dipinse il sipario del Teatro alla Scala con Il carro di Tespi nel 1871, pur restando fedelissimo ad una sua forma d’arte molto particolare.

Nella Galleria d’Arte Moderna a Milano si può ammirare nella sua opera Studio d’ambiente (1895 ca.) una pittura molto rigorosa, minuta, che con una colorazione sfavillante ed una freschezza e limpidezza di luci, mette in risalto tutta la differenza che sta tra la sua maniera e l’arte fiamminga, alla quale la pittura del Bouvier era stata più volte accostata.

     L’artista milanese nella sua lunga carriera, seppur lavorando anche in tarda età,  non ha lasciato un gran numero di opere ed i suoi dipinti di fiori, interni, ritratti e paesaggi oggi si trovano più o meno tutti in collezioni private nel Milanese, ed in parte più ridotta anche fuori dell’Italia.

Un’opera del Bouvier:

37 Pietro Bouvier - Studio d'ambiente
Studio d’ambiente, anno 1895, cm. 70 x 50, Galleria d’Arte Moderna, Milano.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *