Giacomo Favretto

(1849-1887)

Il Favretto nasce a Venezia il 14(11)/08/1849 da un famiglia non agiata e muore il 12 giugno 1887. Fin dalla tenera età lavora nella bottega artigianale del padre come falegname e a quindici anni entra all’Accademia delle Belle Arti di Venezia, ove ha per maestri Grigoletti e Molmenti. Inizia presto a dipingere e già la sua prima opera “La scuola di Pittura” diventerà molto famosa. Nel 1873 allestisce una mostra personale a Brera riscuotendo un grande successo con l’opera “La lezione di anatomia”. Anche Favretto è un artista viaggiatore come la maggior parte dei pittori veneti: nel 1878 si reca a Parigi con Guglielmo Ciardi per incontrare gli impressionisti, ma non li vede. Viene affascinato però dalla pittura del Meissonier e del Fortuny. Nel 1887 perde un occhio e poco tempo dopo muore, proprio nel periodo in cui le sue opere stanno trionfando all’Esposizione Nazionale di Venezia. La sua fama presto si propagherà in tutta Italia

Sei opere di Giacomo Favretto:

32 Giacomo Favretto - i miei cari

I miei cari, collezione privata Padova

32 Giacomo Favretto - la scuola di Pittura
Scuola di Pittura, 52 x 62 collezione privata Venezia
33 Giacomo Favretto - la lezione di anatomia
Lezione di anatomia, cm. 44 x 26 Galleria d’Arte moderna Milano
35 Giacomo Favretto - ritratto di una parente

Ritratto di una parente, cm. 78 x 62 Museo d’Arte Moderna Ca’ Pesaro Venezia

36 Giacomo Favretto - il sorcio

Il sorcio, 59 x 99 cm. Pinacoteca di Brera Milano

37 Giacomo Favretto - mercato a San Polo

Mercato a San Polo, cm. 130 x 207 Valdagno (Vicenza) Raccolta Marzotto




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *