Ludovico Lipparini

Ludovico Lipparini (1800-1856)

Pagine correlate all’artista: Pittori veneti A – F  Pittori veneti G – Z

Cenni biografici

Ludovico Lipparini: Ritratto di Metternich, cm. 64 x 56 Palazzo Treves Venezia collezione privata.
Ludovico Lipparini: Ritratto di Metternich, cm. 64 x 56 Palazzo Treves Venezia collezione privata.

Ludovico Lipparini nasce Bologna nel 1800, inizia i suoi studi all’Accademia delle Belle Arti di Venezia e fa amicizia col il Maestro Matteini, che diventerà poi suo suocero. Alla morte di costui, ottiene la cattedra per l’insegnamento della materia di ‘elementi di figura’ e nel 1846, dopo la scomparsa del Politi, quella di Pittura.

Il Lipparini sa fondere il linguaggio coloristico emiliano, influenzato soprattutto dalle intonazioni luminose proprie della pittura correggesca, con le tecniche dei pittori veneti del Cinquecento.

Ancora molto giovane  realizza un insieme di opere a linguaggio neoclassico che sono in effettiva concorrenza con quelle di Hayez; poi più tardi si distinguerà, pur non stravolgendo la sua acquisita tecnica, per i dipinti a tema romantico.

Ludovico Lipparini: Ritratto di Leopoldo Cicognara, cm. 116 x 92 Museo d'Arte Moderna Ca' Pesaro Venezia.
Ludovico Lipparini: Ritratto di Leopoldo Cicognara, cm. 116 x 92 Museo d’Arte Moderna Ca’ Pesaro Venezia.

Come altri pittori del periodo, le sue peculiarità sono legate strettamente alla figura umana, specialmente al ritratto. Artista di grande cultura, stringe amicizia con molti letterati e musicisti del tempo. Morirà a Venezia nel 1856.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.