Pasquale Mattei

Pasquale Mattei (1813 – 1879)

Pagine correlate: Pittori Scuola Posillipo – Le opere di A. Pitloo – Le opere di Giacinto Gigante.

PASQUALE MATTEI

Pasquale Mattei: Ritorno da Montevergine, 14 x 24, Collezione Portolano, Napoli.
Pasquale Mattei: Ritorno da Montevergine, 14 x 24, Collezione Portolano, Napoli.

Pasquale Mattei, nato a Formia nel 1813, barone ed artista, partecipa attivamente alla Scuola Posillipo sia in veste di pittore che in quella di storiografo. La prima scrupolosa biografia del Pitloo, il “Pilorama Pittoresco” edita nel 1860, porta infatti la sua firma.

Oltre a nobile, Pasquale è un uomo molto colto e pieno di risorse in vari campi: archeologia, giornalismo, letteratura ed un ottimo organizzatore e promotore di nuove società filarmoniche.

La sua prima formazione artistica è sotto la guida del Maldarelli che gli insegna i suoi schemi neoclassici, quindi passa alla scuola dell’ormai celebre Pitloo, del quale subisce le influenze che caratterizzeranno tutta la sua produzione artistica, nonostante le tematiche completamente diverse: scene popolali, di folla, eventi storici e di cronaca, feste, processioni, continuando la tradizione portata avanti dai pittori, Della Gatta, De Albertis, Fergola e Gaetano Gigante che il Mattei ravviva grazie ai suoi decisi e freschi tocchi di stampo Pitlooiano.




3 commenti su “Pasquale Mattei”

  1. Se desiderate ampliare la vostra conoscenza sul pittore e storico Pasquale Mattej potete leggere la sua biografia scritta dal Presidente del Centro Studi P. Mattej, Giorgio Ottaviani, Edizioni Caramanica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.