Pittore Giovanni Antonio Cappello

Giovanni Antonio Cappello (Brescia, 1669 – ivi, 1741)

Pala di San Giuseppe
Sopra, un’opera dell’artista: Pala di San Giuseppe, anno 1719, chiesa di San Giuseppe a Brescia.

Biografia

Giovanni Antonio Cappello nacque a Brescia nel 1669.

La sua formazione artistica si svolse presso le scuole di tre importanti città italiane: Brescia sotto la guida di Pompeo Ghitti (1631-1703/4), Bologna con Lorenzo Pasinelli (4 settembre 1629 – 4 marzo 1700) e Roma con il Baciccio/a (Genova, 8 maggio 1639 – Roma, 2 aprile 1709).

Tale itinerario formativo, unito alle forti predisposizioni all’arte, arricchì il suo linguaggio pittorico e la sua creatività, tanto che Giovanni Battista Carboni nel 1776 [Carboni, pag 17] lo definì “copioso d’idee, facile e pronto nell’inventare che era tarda la mano alla Fantasia”.

Nel 1703, ancora fresco del suo soggiorno romano, realizzò la decorazione nel chiostro della chiesa di San Clemente a Brescia.

Non è stato affatto facile per gli studiosi acquisire notizie riguardo le opere giovanili del pittore, data la sua totale assenza nelle guide di Giulio Antonio Averoldi e Francesco Paglia, che pubblicarono prima del suo rientro a Brescia, a cui va sommato il fatto che lo stile dei dipinti a noi arrivati si presenta generalmente a caratteri assai unitari [Stradiotti, p. 89].

La produzione artistica di Giovanni Antonio Cappello riguarda soprattutto opere ad affresco, realizzate in chiostri e cappelle dei principali monasteri e chiese di Brescia: San Giuseppe, San Clemente, Santa Maria del Carmine.

Nella chiesa di San Giuseppe è conservata anche una tela, appartenente al maestoso ciclo di teleri per il presbiterio, diviso ed andato in gran parte perduto. Altre opere ad olio a lui riferite sono custodite in altre chiese della stessa città [Stradiotti, p. 89].

L’artista morì a Brescia nel 1741 all’interno della parrocchia di Sant’Afra in Sant’Eufemia.

Le opere più significative dell’artista

Decorazione del chiostro nella chiesa di San Clemente, Brescia, anno 1703.

Decorazione nella chiesa parrocchiale di Cedegolo, Brescia, anno 1704.

Decorazione della cappella nel battistero della chiesa di San Clemente, Brescia, anno 1703.

Via Crucis di San Giuseppe, chiesa di San Giuseppe, Brescia, anno 1713.

Decorazione del chiostro della chiesa di San Giuseppe, Brescia, anno 1713.

Decorazione del chiostro della chiesa di Santa Maria del Carmine, Brescia, anno 1715.

Pala di San Giuseppe, chiesa di San Giuseppe, Brescia, anno 1719.

Decorazione di due cappelle (quinta e sesta) della chiesa di Santa Maria del Carmine, Brescia, anno 1722.

Decorazione della seconda cappella in Santa Maria del Carmine, Brescia, anno 1724.

Martirio di sant’Agata, chiesa di Sant’Agata, Brescia.

Epifania, chiesa di San Francesco d’Assisi, Brescia.

Bibliografia

Giovanni Battista Carboni, Notizie istoriche delli pittori, scultori ed architetti bresciani, anno edizione 1776, Bologna.

Bruno Passamani, Cappelli Giovan Antonio in Dizionario biografico degli Italiani, anno edizione 1975, Roma.

Bruno Passamani in Giovanni Treccani degli Alfieri (a cura di), La pittura dei secoli XVII e XVIII , Storia di Brescia, Treccani, anno 1964, Milano.

Renata Stradiotti, Giovanni Antonio Cappello in AA. VV., Brescia pittorica 1700-1760: l’immagine del sacro, Grafo, Brescia 1981

Opere Pittori A-E




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.