Ciarlatani (Buhrle) di Jean-Honoré Fragonard

Jean-Honoré Fragonard: Ciarlatani (Buhrle)

Jean-Honoré Fragonard: Ciarlatani (Buhrle)
Jean-Honoré Fragonard: Ciarlatani, cm. 49 x 38, Buhrle, Zurigo. (Periodo 1773-76).

Sull’opera: “Ciarlatani” è un dipinto autografo di Fragonard, realizzato con tecnica a olio su tela intorno al 1773-76, misura 49 x 38 cm. ed è custodito a Zurigo nella collezione Buhrle. 

La composizione in esame è sicuramente uno studio per la zona sinistra della “Festa a Saint-Cloud”.

Il gioco della mosca cieca (Louvre) di Jean-Honoré Fragonard

Jean-Honoré Fragonard: Il gioco della mosca cieca (Louvre)

Jean-Honoré Fragonard: Il gioco della mosca cieca (Louvre)
Fragonard: Il gioco della mosca cieca, cm. 36 x 45, Louvre, Parigi. (Periodo 1773-76).

Sull’opera: “Il gioco della mosca cieca” è un dipinto autografo di Fragonard, realizzato con tecnica a olio su tela intorno al 1773-76, misura 36 x 45 cm. ed è custodito nel Museo del Louvre a Parigi. 

Il dipinto in esame è conosciuto anche con il titolo “Ricreazione dopo la colazione in un parco”.

Dal catalogo della vendita Gros, avvenuta nel 1776, si ricava che la veduta riprendeva una località di Medun.

L’opera appartenne all’incisore de Launay.

Saint-Aubin ne realizzò uno schizzo in una zona bianca di una copia del catalogo della vendita Gros (1776), ponendoci la seguente nota: “mediocre”.

Il gioco della mosca cieca (Washington) di Jean-Honoré Fragonard

Jean-Honoré Fragonard: Il gioco della mosca cieca (Washington)

Jean-Honoré Fragonard: Il gioco della mosca cieca (Washington)
Fragonard: Il gioco della mosca cieca, cm. 216 x 198, National Gallery of Art, Washington. (Periodo 1773-76). Particolare

Sull’opera: “Il gioco della mosca cieca (Washington)” è una composizione autografa di Fragonard, eseguita impiegando la tecnica ad olio su tela (periodo 1773-73). Le sue dimensioni sono 216 x 198 cm. e si trova nella National Gallery of Art di Washington (Kress). 

Il presente dipinto è il pendant dell’ “Altalena”, raffigurato nella pagina successiva.

I due dipinti sono verosimilmente identificabili nei due paesaggi italiani che che facevano parte, nel 1791, alla collezione dell’abate de Saint-Non.

L’altalena (Washington) di Fragonard

Jean-Honoré Fragonard: L’altalena (Washington)

Jean-Honoré Fragonard: L'altalena (Washington)
Fragonard: L’altalena, cm. 216 x 185,5, National Gallery of Art, Washington. (Periodo 1773-76). Particolare

Sull’opera: “L’altalena” è un dipinto autografo di Fragonard, realizzato con tecnica a olio su tela intorno al 1773-76, misura 216 x 185,5 cm. ed è custodito nella National Gallery of Art di Washington. 

Il dipinto in esame è il pendant di quello raffigurato nella pagina precedente: “Il gioco della Mosca cieca”.

Le due composizioni sono verosimilmente identificabili nei due paesaggi italiani che facevano parte della collezione dell’abate de Saint-Non (1791).

Réau nel suo catalogo inserì varie copie, facendole seguire ad una sola composizione, ritagliata a suo tempo in due pezzi, che potrebbe essere la “Donna con specchio e ghirlande di rosa”: ipotesi, tra l’altro, alquanto  esile e di non certa affidabilità.

L’educazione è tutto (San Paolo) di Jean-Honoré Fragonard

Jean-Honoré Fragonard: L’educazione è tutto (San Paolo)

Jean-Honoré Fragonard: L'educazione è tutto (San Paolo)
Fragonard: L’educazione è tutto, cm. 54 x 66, Museu de Art, San Paolo. (Periodo 1773-76).

Sull’opera: “L’educazione è tutto” è un dipinto autografo di Fragonard, realizzato con tecnica a olio su tela intorno al 1773-76, misura 54 x 66 cm. ed è custodito nel Museu de Art a San Paolo. 

La presente composizione, pendant del “Piccolo predicatore”, si trova nel Museo di San Paolo attraverso l’acquisizione dell’ambasciatore Assis de Chateaubriand.

La culla (Musée de Picardie) di Fragonard

Jean-Honoré Fragonard: La culla (Musée de Picardie)

Jean-Honoré Fragonard: La culla (Musée de Picardie)
Fragonard: La culla, cm. 46 x 55, Musée de Picardie, Amiens. (Periodo 1777-79). Particolare

Sull’opera: “La culla” è un dipinto autografo di Fragonard, realizzato con tecnica a olio su tela intorno al 1777-79, misura 46 x 55 cm. ed è custodito nel Musée de Picardie ad Amiens. 

In questo dipinto Fragonard riprende un tema giovanile (“La Vergine e San Giuseppe davanti a una culla”, periodo 1748-52) ispirato alla pittura di Rembrandt.

Temi simili si possono riscontrare nei dipinti: “Il ritorno a casa” (72 x 92 cm. conosciuto anche come “La Famiglia felice” e “La riconciliazione”), “La Visita alla nutrice” (73 x 92 cm.) ed “I gemelli nella culla” (36 x 46 cm.).

La famiglia felice (New York) di Fragonard

Jean-Honoré Fragonard: La famiglia felice (New York)

Jean-Honoré Fragonard: La famiglia felice (New York)
Fragonard: La famiglia felice, cm. 34 di diametro, proprietà privata, New York. (Periodo 1777-79).

Sull’opera: “La famiglia felice (New York)” è un dipinto autografo di Fragonard, realizzato con tecnica a olio su tela intorno al 1777-79, misura 34 cm. di diametro ed è custodito in una collezione privata a New York (notizia del 1970, circa). 

In precedenza il dipinto in esame, a partire dal 1808, appartenne a diverse collezioni: Guillaumot, Houdetot, Salamon, Shewan, Van Beuren.

Fragonard realizzò un’altro tondo con lo stesso tema che risulta  – più o meno – una copia speculare della presente composizione con alcune varianti negli atteggiamenti dei personaggi effigiati, di fattura più vasta e disinvolta.

Invocazione dell’amore (Louvre) di Fragonard

Jean-Honoré Fragonard: Invocazione dell’amore (Louvre)

Jean-Honoré Fragonard: Invocazione dell'amore (Louvre)
Fragonard: Invocazione dell’amore, cm. 22 x 32, Louvre, Parigi. (Periodo 1780-88).

Sull’opera: “Invocazione dell’amore” è un dipinto autografo di Fragonard, realizzato con tecnica a olio su tavola intorno al 1780-88, misura 22 x 32 cm. ed è custodito nel Museo del Louvre a Parigi. 

Secondo alcuni studiosi di storia dell’arte la tavoletta in esame potrebbe essere il pendant  di quella custodita alla Von Cramer di New York (“Il chiavistello”, 24 x 33 cm.).

Da come si può notare si tratta di un abbozzo, o di un impiego di un’insolita tecnica per l’artista, dove però vi si scorge una replica di un’opera “finita”, eseguita dalla pittrice Marguerite Gerard (1761-1837) e portata a termine dallo stesso Fragonard.

La presente tavola fu catalogata per due volte dal Portalis.

Bambino con collaretto di Fragonard

Jean-Honoré Fragonard: Bambino con collaretto

Jean-Honoré Fragonard: Bambino con collaretto
Fragonard: Bambino con collaretto, cm. 39 x 31, Proprietà privata. (Periodo 1789-1806).

Sull’opera: “Bambino con collaretto” è un dipinto autografo di Fragonard, realizzato con tecnica a olio su tela intorno al 1789-1806, misura 30 x 31 cm. ed è custodito in una collezione privata (notizia del 1970, circa). 

La presente composizione è identificabile con il “Ragazzo d’incarnato biondo adorno d’un collaretto” che faceva parte della “vendita” Hiestaut (1837).

La camicia tolta, o Cupido che sfila la camicia a una donna sdraiata di Fragonard

 Jean-Honoré Fragonard: La camicia tolta, o Cupido che sfila la camicia a una donna sdraiata

Jean-Honoré Fragonard: La camicia tolta
La camicia tolta, cm. 36,5 x 43, Louvre, Parigi.(Periodo 1765-72).

Sull’opera: “La camicia tolta”, o “Cupido che sfila la camicia a una donna sdraiata”, è un dipinto autografo di Fragonard, realizzato con tecnica a olio su tela intorno al periodo 1765-72., misura 36,5 x 43 cm. ed è custodito nel Museo del Louvre a Parigi. 

La composizione in esame fu donata al Louvre nel 1869 da Lacaze. È il pendant del “Fuoco alle polveri” e fu riprodotta da moltissimi incisori, tra cui Guersant, Massard, Regnault (1787).