Ritratto di Madame Reynouard di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Madame Reynouard

Amedeo Modigliani: Ritratto di Madame Reynouard
Amedeo Modigliani: Madame Reynouard, cm. 81 x 50, Proprietà privata, Parigi.

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Madame Reynouard” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1916, misura 81 x 50 cm. ed è custodito in una collezione privata a Parigi.

L’opera è conosciuta anche con il titolo di “Donna seduta, appoggiata su braccio destro”

Cariatide in piedi di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Cariatide in piedi

Amedeo Modigliani: Cariatide in piedi
Amedeo Modigliani: Cariatide in piedi, cm. 81x 45, Proprietà R. D. Judah, Londra.

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Cariatide in piedi” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1913, misura 81 x 45 cm. ed è custodito in una collezione privata (Proprietà R. D. Judah, Londra).

Nel dipinto in esame appare una figura femminile con le braccia alzate che funge da colonna portante, a simboleggiare una Cariatide.

Per la figura, Modigliani, invece di ispirarsi all’arte Greca, impiega le caratteristiche dell’arte africana.

Il dipinto fa parte di un vasto ciclo pittorico che conta una dozzina di tele, realizzate nel triennio 1911-13, di cui esistono anche alcuni disegni preparatori, che vanno parallelamente all’esecuzione delle varie sculture dello stesso tema.

Nudo sul divano (Almaisa) di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Nudo sul divano (Almaisa)

Amedeo Modigliani: Nudo sul divano (Almaisa)
Amedeo Modigliani: Nudo sul divano (Almaisa), olio su tela nel 1916, misura 81 x 116 cm. custodito in una collezione privata a Cleveland (Ohio).

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Nudo sul divano (Almaisa)” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1916, misura 81 x 116 cm. ed è custodito in una collezione privata a Cleveland (Ohio).

Il nudo della presente composizione è una tra le molte raffigurazioni dello stesso tema che hanno caratterizzato più di ogni altra cosa la globale produzione dell’artista.

Per quanto riguarda l’identificazione dell’effigiata, quella che porta ad Almaisa è desunta dal confronto con “L’Algerina Almaisa seduta”, una composizione di 92 x 54 cm. (Basilea) ove l’artista scrisse il nome direttamente sulla stesura pittorica, come spesso era solito fare.

Busto rosso di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Busto rosso

Amedeo Modigliani: Busto rosso
Amedeo Modigliani: Busto rosso,  cm. 81 x 46, Proprietà privata (Parigi).

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Busto rosso” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1913, misura 81 x 46 cm. ed è custodito In una collezione privata parigina.

Per la presente composizione Modigliani trasse ispirazione, come nella cariatide raffigurata nella pagina precedente, dall’arte africana (“Scultura Negra”, “Arte oceanica”, “Arte extraeuropea”), una corrente che influenzò non poco l’artista nel biennio parigino 1905-06.

Pare doveroso informare che altre fonti (ad esempio Wikipedia) indicano il dipinto in esame come realizzato su cartone.

Nudo seduto (Courtauld Institute Gallerie) di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Nudo seduto (Courtauld Institute Gallerie)

Amedeo Modigliani: Nudo seduto (Courtauld Institute Gallerie)
Amedeo Modigliani: Nudo seduto, 92 x 60 Courtauld Institute Galleries, Londra.

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Nudo seduto” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani realizzato con tecnica a olio su tela nel 1916, misura 92 x 60 cm. ed è custodito nel Courtauld Institute Galleries a Londra.

Dopo le numerose raffigurazioni di nudi realizzate nei primi anni a Parigi, quelle subito dopo le Cariatidi e il periodo dedicato all’attività scultorea, a distanza di tempo l’artista affronta il tema con maggiore spirito.

Alla nuova serie farà seguito il più prosperoso ciclo dei nudi dell’anno 1917.

L’effigiata, sebbene non se ne abbia certezza, potrebbe essere identificata in Beatrice Hastings, che nel 1916 era ancora la compagna di Modigliani.

Ritratto di Diego Rivera di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Diego Rivera

Amedeo Modigliani: Ritratto di Diego Rivera
Amedeo Modigliani: Ritratto di Diego Rivera, cm. 100 x 81, Proprietà privata (Francia).

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Ritratto di Diego Rivera” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1914, misura 100 x 81 cm. ed è custodito in una collezione privata francese.

L’effigiato nella presente tela è il pittore messicano Diego Rivera.

Questo artista, che si trovava a Parigi nello stesso periodo e più o meno per gli stessi motivi di Modigliani, era assai amico di quest’ultimo. Di entrambi, gli studiosi ne ricordano i dialoghi, che immancabilmente si trasformavano in accese discussioni  sfociando, talvolta, in turbolenti litigi.

Una bellissima composizione soprattutto per l’intensità del cromatismo.

La firma dell’artista appare in alto sulla sinistra.

Esiste un’altra versione, più o meno delle stesse dimensioni (cm. 100 x 79), sempre su tela e considerata come uno studio preparatorio. Le due effigi di Rivera e le altre due di Haviland (si veda anche la pagina successiva) rendono uniche tali composizioni in tutta la produzione di Modigliani, soprattutto per come viene concepita la variazione cromatica nella vicenda dell’artista.

Ritratto di Frank Burty Haviland di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Frank Burty Haviland

Amedeo Modigliani: Ritratto di Frank Burty Haviland
Amedeo Modigliani: Ritratto di Frank Burty Haviland, cm. 73 x 60, Proprietà privata (G. M.), Milano.

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Ritratto di Frank Burty Haviland” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani, realizzato con tecnica a olio su carta nel 1914, misura 73 x 60 cm. ed è custodito nella collezione privata di G. M. a Milano.

Il presente dipinto si presenta con una tecnica divisionista-puntinista.

Esiste anche un’altra versione con la stessa posa e lo stesso sfondo, ripresa da un punto più distante (cm. 61 x 50, sempre su carta, considerato come uno studio preparatorio)

Le due effigi di Haviland e le altre due di Rivera (si veda anche la pagina precedente) rendono incomparabili tali composizioni con il resto della produzione di Modigliani, soprattutto per la concezione cromatica nella vicenda dell’artista.

Ritratto di Madam Pompadour di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Madam Pompadour

Amedeo Modigliani: Ritratto di Madam Pompadour
Amedeo Modigliani: Madam Pompadour, cm. 61 x 50, Art Institute, Chicago.

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Madam Pompadour” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1915, misura 61 x 50 cm. ed è custodito nell’Art Institute a Chicago.

Il titolo della composizione farebbe pensare ad una signora con cognome Pompadour, ma non è così. Tale nominativo viene identificato nella scritta autografa a sinistra, che dovrebbe invece riferirsi al nomignolo della modella.

Si pensa perciò che il ritratto sia stato ispirato da Beatrice Hastings con la quale l’artista ha avuto un’intensa relazione amorosa. L’appellativo di “Madame Pompadour” probabilmente le fu dato perché Beatrice indossava spesso cappelli di grandi dimensioni, cosiddetti  all’ “inglese”.

Il dipinto venne per la prima volta esposto nella mostra allestita nel 1916 dai pittori Ortis de Zarate (1887 – 1946) e Moïse Kisling (Cracovia, 1891 – Sanary-sur-Mer, 1953) nell’atelier di Émile Lejeune (1853, data di morte sconosciuta).

La coloristica evidenzia influenze cubiste, anche se attenuate da toni abbastanza contenuti e da scarse variazioni cromatiche.

Beatrice Hastings davanti a una porta di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Beatrice Hastings davanti a una porta

Amedeo Modigliani: Beatrice Hastings davanti a una porta
Amedeo Modigliani: Beatrice Hastings davanti a una porta, cm. 81 x 54, Proprietà Mr. & Mrs. Louis Ritter, Scardale, New York, N. Y.

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Beatrice Hastings davanti a una porta” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani, realizzato con tecnica a olio su tela nel 1915, misura 81 x 54 cm. ed è custodito nel collezione di Mr. & Mrs. Louis Ritter, Scardale a New York, N. Y.

L’effigiata è la scrittrice Beatrice Hastings, con la quale l’artista ha intrattenuto una appassionata e breve relazione sentimentale.

Ritratto di Mechan di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Mechan

Amedeo Modigliani: Ritratto di Mechan
Amedeo Modigliani: Mechan, cm. 46 x 33, Proprietà privata, Montreal.

Vai  al secondo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Ritratto di Mechan” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani realizzato con tecnica a olio su tela nel 1917, misura 46 x 33 cm. ed è custodito in una collezione privata a Montreal.

Nella zona in alto a destra appare la firma dell’artista e, al lato della testa, la grande scritta a lettere maiuscole, “MECHAN”, da cui si ricava la titolazione della composizione.

L’effigiato è lo scultore russo Oscar Mietschaninoff, per il quale Modigliani realizzò più ritratti, tra i quali ricordiamo la tela (81 x 46 cm., anno 1916) custodita nella collezione di Jaques Coerfer di Berna.