Ritratto di Leopold Zborowski di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Leopold Zborowski

Amedeo Modigliani: Ritratto di Leopold Zborowski
Amedeo Modigliani: Leopold Zborowski, cm. 46 x 27, Proprietà privata, Parigi.

Vai  al primo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Leopold Zborowski” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani realizzato con tecnica a olio su tela nel 1918, misura 46 x 27 cm. ed è custodito in una collezione privata parigina.

Léopold Zborowski, intimo amico di Modigliani, posò molte volte per il pittore.

Nella presente composizione la figura di Zborowski si presenta in una forma più insolita delle altre: Modigliani sceglie sapientemente di evidenziargli il ruolo di persona colta e letterata, invece di quello di un affabile venditore di opere d’arte.

L’artista portava a compimento le proprie opere nel giro di pochissimi giorni ma, almeno per le fasi preparatorie – quelle che seguono la campitura – preferiva avere davanti il soggetto dal vivo.

A proposito di ciò, spesso faceva osservare che “per lavorare ho [aveva] bisogno di un essere vivo, di vedermelo davanti” e … dopodiché poteva anche concluderlo da solo nel suo studio.

Ritratto di Mario Varvogli di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Mario Varvogli

Amedeo Modigliani: Ritratto di Mario Varvogli
Amedeo Modigliani: Ritratto di Mario Varvogli, cm. 116 x 73, Proprietà privata (Franz Meyer), Basilea.

Vai  al primo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Mario Varvogli” (altre fonti indicano “Mario Varfogli”) è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani realizzato con tecnica a olio su tela nel 1919, misura 116 x 73 cm. e appartiene ad una collezione privata (Franz Meyer) a Basilea.

Italiano l’artista e italiano il nome dell’effigiato, per cui tutto lascerebbe presupporre che Varvogli (o Varfogli) fosse stato un nostro connazionale, invece era un musicista greco.

Autoritratto di Amedeo Modigliani

Autoritratto di Amedeo Modigliani

Autoritratto di Amedeo Modigliani
Amedeo Modigliani: Autoritratto, cm. 100 x 65, Proprietà privata (Jolanda Penteado Matarazzo), San Paolo.

Vai  al primo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Autoritratto” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani realizzato con tecnica a olio su tela nel 1919, misura 100 x 65 cm. e appartiene ad una collezione privata (Jolanda Penteado Matarazzo), San Paolo.

Modigliani nel corso della sua breve attività artistica (quando morì non aveva ancora compiuto trentasei anni) dipinse un solo autoritratto. L’opera fu realizzata intorno alla fine del 1919, poco prima della sua tragica scomparsa.

Si noti il viso magro, malato e stanco, nonché l’espressione di sofferenza: non si può non ipotizzare il presagio di un’imminente fine del grande artista.

 

Nudo coricato, col braccio destro sotto la testa di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Nudo coricato, col braccio destro sotto la testa

Amedeo Modigliani: Nudo coricato, col braccio destro sotto la testa
Amedeo Modigliani: Nudo coricato, col braccio destro sotto la testa, cm. 73 x 116, Proprietà privata, Parigi.

Vai  al primo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Nudo coricato, col braccio destro sotto la testa” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani realizzato con tecnica a olio su tela nel 1919, misura 73 x 116 cm. e appartiene ad una collezione privata a Parigi.

La firma dell’artista è posta è in alto sul lato destro della tela.

Al ritorno del soggiorno sulla Costa Azzurra, l’artista realizzò tre nudi (quello rappresentato in questa pagina ed altri due, aventi lo stesso titolo, che attualmente si trovano nelle seguenti sedi: Collezione Frau Rudolph-Spinner di Zurigo e Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma).

I nudi di Roma e di Zurigo, assai poveri di materia pittorica e dalla stesura fluida e spedita, raffigurano la stessa modella con la stessa posa ma con un carnato più tenue, tendente ad un pallido rosè.

Ritratto di Leopoldo Zborowski seduto di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Leopoldo Zborowski seduto

Amedeo Modigliani: Ritratto di Leopoldo Zborowski seduto
Amedeo Modigliani: Leopoldo Zborowski seduto, cm. 100 x 65, Museu de Arte, San Paolo.

Vai  al primo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Leopoldo Zborowski seduto” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani realizzato con tecnica a olio su tela nel 1919, misura 100 x 65 cm. ed è custodito nel Museu de Arte a San Paolo.

In questa composizione Zborowski, più volte ritratto da Modigliani, appare in un aspetto più formale, ove prevale il suo ruolo di mercante d’arte, invece di quello secondario di poeta e letterato.

Modigliani realizzava una composizione in pochi giorni ma, almeno per le fasi iniziali e dopo aver campito la tela,  doveva avere di fronte il soggetto principale: Infatti spesso asseriva: “per lavorare ho bisogno di un essere vivo, di vedermelo davanti”.

Quindi, poteva portare a termine il quadro anche nello studio, in solitudine.

Ritratto di Lunia Czechowska con ventaglio di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Lunia Czechowska con ventaglio

Amedeo Modigliani: Lunia Czechowska con ventaglio
Amedeo Modigliani: Lunia Czechowska con ventaglio, cm. 100 x 65, Musée du Petit Palais, Parigi.

Vai  al primo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Lunia Czechowska con ventaglio” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani realizzato con tecnica a olio su tela nel 1919, misura 100 x 65 cm. ed è custodito nel Musée du Petit Palais a Parigi.

Lunia Czechowska, l’effigiata di questa composizione, era amica intima di Leopoldo Zborowski.

Quest’ultimo nel 1916 divenne protettore e promotore di Modigliani, nonché suo personale mercante fino alla morte.

Ritratto di Paulette Jourdain di Amedeo Modigliani

Amedeo Modigliani: Ritratto di Paulette Jourdain

Amedeo Modigliani: Ritratto di Paulette Jourdain
Amedeo Modigliano: Paulette Jourdain, cm. 100 x 65, Proprietà Privata (Hermanus), New York.

Vai  al primo elenco delle opere di Amedeo Modigliani

Sull’opera: “Paulette Jourdain” è un dipinto autografo di Amedeo Modigliani realizzato con tecnica a olio su tela nel 1919, misura 100 x 65 cm. e appartiene ad una collezione privata (Hermanus) a New York.

L’effigiata di questa tela, Paulette Jourdain, era la donna di servizio della famiglia Zborowski.

Quest’ultimo negli ultimi anni di vita di  Modigliani (1916-20) divenne suo protettore e promotore, nonché suo affezionato mercante.