La "Cattedrale di San Pietro" di Worms

Kathedrale Westseite di Worms

Cattedrale di Worms - Kathedrale Westseite di Worms
Cattedrale di Worms – Kathedrale Westseite di Worms

Ritorna all’elenco delle chiese nel presente sito web

Sulla chiesa in esame: La “Cattedrale di San Pietro”, si trova a Worms, fu costruita nel secolo XII ed è di stile “romanico tedesco”.

La Cattedrale di San Pietro è una delle più significative chiese del tardo romanico tedesco e si trova a Worms, in Germania.

STORIA

Nel 614 d.C. sotto Berthulf, vescovo di Worms, già esisteva una piccola cattedrale e sotto il vescovo Burchard (1000-1025), in quello stesso sito, venne costruita una nuova cattedrale romanica, i cui lavori iniziarono poco prima della sua morte avvenuta nel 1025. La nuova costruzione aveva dimensioni molto simili all’attuale luogo di culto. Cento anni dopo, nel 1125, questo edificio venne sostituito dall’odierna cattedrale. Inizialmente venne realizzata la parte orientale, poi tra il 1160 e il 1170 la navata centrale (il cleristorio risale al 1160) e nel 1181 venne ultimato il coro occidentale. Nel 1156 vi venne incoronata la regina Beatrice di Burgundia, moglie di Federico I Barbarossa e per questa occasione, costoro donarono alla chiesa una famosa reliquia di San Nicola. Più tardi, nel 1235, in questo luogo sacro si sposò anche Isabella d’Inghilterra. Nel corso della Guerra della Grande Alleanza, e più precisamente nel 1689, l’esercito di Luigi XIV, re di Francia, distrusse la città di Worms ed incendiò la cattedrale. Per fortuna non ci furono danni irreparabili, ma venne danneggiata solo una parte del tetto, che nel giro di pochi anni fu sistemata. Successivamente, intorno al XVIII secolo, nella cattedrale vennero effettuati interventi in stile barocco, che poi furono distrutti nel corso della Rivoluzione francese. Nel XIX secolo venne demolito e ricostruito il coro occidentale e i lavori terminarono nel 1933, più tardi dovettero essere effettuati nuovi lavori in seguito alla Seconda Guerra Mondiale.

ESTERNO

Il maestoso edificio è realizzato in pietra arenaria di colore rosso, mentre alcune pareti, quelle che non devono sorreggere la struttura, sono costruite con del materiale più leggero, ma del medesimo colore. Presenta sei torri, quattro torri laterali cilindriche e due ottogonali, una sul lato ovest ed una sul lato est e due cupole di grandi dimensioni . Inoltre ha una doppia abside, sia sul lato est che su quello ovest. Sulle pareti esterne delle navate laterali si trovano dei finestroni con vetrate assai colorate, piuttosto recenti. Il portale nord mostra un’edicola con un bronzo di Federico I Barbarossa, mentre quello sud, gotico, è caratterizzato da diverse statue e dalla lunetta riservata alla Vergine Maria.

INTERNO L’interno della cattedrale, forse anche per l’utilizzo della pietra arenaria, è piuttosto cupo. Della costruzione originaria, rimane solo il piano inferiore e la base delle torri occidentali. È lunga circa 110 metri e larga 27, mentre la navata raggiunge i 27 metri di altezza, che diventa 40 metri sotto le cupole. È a pianta basicale, con tre navate con campate scandite dall’alternarsi, lungo la navata, di pilastri semplici e pilastri più complessi, che hanno semicolonne e lesene. La navata è caratterizzata da volte a vela costolonate.

Serena




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *