Pittore Francesco di Cristofano, detto il Franciabigio

(forse Firenze, intorno al 1482 – 24 gennaio 1525)

franciabigio - ritratto di giovane
Sopra, un’opera dell’artista: Ritratto di giovane, 1522, tavola da 78 × 61 cm., Gemäldegalerie, Berlino

Biografia

Il Franciabigio svolse la sua attività artistica soprattutto a Firenze, ove divenne celebre per i suoi ritratti.

Lavorò nella bottega dell’Albertinelli e subì le influenze di Andrea del Sarto, col quale collaborò dal 1510, e di Raffaello.

Dalle opere del periodo maturo, riferibili al secondo decennio del XVI secolo, si rileva una semplificazione strutturale di carattere prettamente quattrocentesco, che l’artista riusciva a ravvivare con la concretezza del particolare, come nell’affresco del Cenacolo (1514), Convento della Calza, Firenze) e nella Madonna tra i santi degli Uffizi (1516).

 Portato a compimento nel 1516 lo Sposalizio della Vergine, appartenente al ciclo di affreschi nel Chiostrino dei Voti affidato ad Andrea del Sarto, dopo un soggiorno romano, che lo portò a contatto con la pittura di maestri come Michelangelo e Raffaello, il Franciabigiò modificò sensibilmente il suo stile, che divenne più articolato nella struttura compositiva e solido nella pienezza delle figure, fattori che si evidenziano nell’affresco del Trionfo di Cesare, realizzato nella villa di Poggio a Caiano nel 1521.

Di pregiato livello sono soprattutto le opere inerenti alla ritrattistica, in particolare quelle eseguite nell’ultimo periodo di attività, ove le immagini, in contrapposizione a sfondi stesi con appropriati contrasti, sbalzano in una luminosità che ne descrive, oltre la schematica la fisionomia, lo stato introspettivo (Ritratto di giovane, foto in alto).

Opere principali di Franciabigio:

  • Madonna col Bambino e san Giovannino, anno 1506 circa, tecnica a olio su tavola, diametro 58 cm, Cenacolo di Fuligno, Firenze.

  • Madonna col Bambino, anno 1510 circa, tecnica a olio su tavola, 85,1 x 67,3 cm, Birmingham Museum of Art, Birmingham (Alabama).

  • Adorazione dei pastori, anno 1510, affresco staccato, 261 x 220 cm, Museo del Cenacolo di San Salvi, Firenze.

  • Madonna col Bambino e san Giovannino, anno 1510-1513 circa, tecnica a olio su tavola, 89 x 69 cm, Pinacoteca nazionale, Bologna.

  • Ritratto d’uomo, anno 1510 circa, tecnica a olio su tavola, 76 x 60 cm, Louvre, Parigi.

  • Tabernacolo con crocifissione, dolenti e santi, anno 1512 circa, affresco, Rovezzano (provincia di Firenze).

  • Madonna col Bambino e san Giovannino, anno 1510-1520 circa, tecnica a olio su tavola, diametro 58 cm, Cenacolo di Fuligno, Firenze.

  • Calunnia di Apelle, anno 1513 circa, tecnica a olio su tavola, 37,6 x 48 cm, Galleria Palatina, Firenze.

  • Sposalizio della Vergine, anno 1513, affresco, Chiostrino dei Voti, basilica della Santissima Annunziata, Firenze.

  • Ultima Cena, anno 1514, affresco, Convento della Calza, Firenze.

  • Madonna col Bambino, anno 1514 circa, tecnica a olio su tavola, 93 x 68 cm, Ermitage, San Pietroburgo.

  • Ritratto di un cavaliere di Rodi, anno 1514, tecnica a olio su tavola, 60,3 x 45,7 cm, National Gallery, Londra.

  • Ritratto virile, anno 1514, tecnica a olio su tavola, 60 x 47 cm, Galleria degli Uffizi, Firenze.

  • Angelo reggilibro, anno 1515, tecnica a olio su tavola, 119 x 55 cm, basilica di Santo Spirito, Firenze.

  • Angelo, anno 1515, tecnica a olio su tavola, 118 x 53 cm, basilica di Santo Spirito, Firenze.

  • Madonna col Bambino tra i santi Giovanni Battista e Giobbe, anno 1516, Museo del Cenacolo di San Salvi, Firenze.

  • Sacra Famiglia, anno 1515-1520 circa, tecnica a olio su tavola, 108 x 87 cm, Kunsthistorisches Museum, Vienna.

  • Ritratto di un gioielliere, anno 1516, tecnica a olio su tavola, 69,5 x 51,6 cm, Princeton University Art Museum, Princeton.

  • Icaro, anno 1516 circa, tecnica a olio su tavola, 31 x 24 cm, Palazzo Davanzati, Firenze.

  • Autoritratto, anno 1516 circa, tecnica a olio su tavola, 57,8 x 44,4 cm, Hunter College, New York.

  • Sacra Famiglia con san Giovannino, anno 1516 circa, tecnica a olio su tavola, diametro 97 cm, Galleria dell’Accademia, Firenze.

  • Madonna del Pozzo, anno 1516-1520 circa, tecnica a olio su tavola, 144 x 88,5 cm, Kunsthistorisches Museum, Vienna.

  • Madonna del Pozzo, anno 1516-1520 circa, tecnica a olio su tavola, 106 x 81 cm, Galleria degli Uffizi, Firenze.

  • Ritratto d’uomo, anno 1517, tecnica a olio su tela, 55 x 40 cm, Liechtenstein Museum, Vienna.

  • Benedizione di san Giovannino che parte per il deserto, anno 1518-1519, affresco a monocromo, Chiostro dello Scalzo, Firenze.

  • Incontro di Cristo e san Giovannino, anno 1518-1519, affresco a monocromo, Chiostro dello Scalzo, Firenze.

  • Madonna col Bambino e san Giovannino, anno 1518-1524 circa, tecnica a olio su tavola, Liechtenstein Museum, Vienna.

  • Ritratto di giovane, anno 1520 circa, tecnica a olio su tavola, 79,1 x 60,8 cm, Philbrook Museum of Art, Tulsa.

  • Trionfo di Cicerone, anno 1520 circa, affresco, 580 x 530 cm, Villa medicea, Poggio a Caiano.

  • Uomo con la lettera, anno 1520 circa, collezione privata, tecnica a olio su tavola.

  • Noli me tangere, anno 1520-1525 circa, affresco staccato, Museo del Cenacolo di San Salvi, Firenze.

  • Ritratto d’uomo, anno 1522, tecnica a olio su tavola, 76 x 61 cm, Gemäldegalerie, Berlino.

  • Betsabea al bagno, anno 1523, tecnica a olio su tavola, 86 x 172 cm, Gemäldegalerie, Dresda.

Bibliografia:

Susan Regan McKillop, Francabigio, Berkeley, University of California Press, anno ed. 1974.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *