"L’incontro alla porta aurea" di Giotto

Giotto

Giotto: L'incontro alla porta aurea
L’incontro alla porta aurea, 200 x 185 cm., Cappella degli Scrovegni, Padova.   (foto da Wikimedia Commons). Particolare

Secondo elenco opere di Giotto

Sull’opera: “L’incontro alla porta aurea” è un affresco di Giotto, realizzato – con la collaborazione di altri artisti – nel 1304-06, misura 200 x 185 cm. ed è custodito nella Cappella degli Scrovegni a Padova.

L’arcangelo Gabriele aveva fatto una previsione riguardo i due vecchi sposi: un giorno si sarebbero dovuti incontrare presso la Porta Aurea di Gerusalemme; all’incontro di Anna e Gioacchino sono presenti il pastorello (figura ubicata all’estrema sinistra del dipinto) e le donne del seguito, che provengono dalla città, dietro ad Anna. Secondo il Toesca (1951), le donne che accompagnano la protagonista principale (tranne la prima a sinistra in nero), sono state eseguite da altri artisti. La Porta Aurea è un forte e preciso richiamo ai monumenti in stile romano di Rimini (fonte: Gioseffi). Qualche studioso si azzarda a mettere in relazione la figura della donna in nero (quella con una parte del viso nascosta) con la pittura di Manet: tale ipotesi, anche se sostenuta da più di un esperto d’arte, ci sembra un po’ eccessiva.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *