Raffaello Sanzio: “La Scuola di Atene“, stanza della Segnatura (Vaticano), fra il 1509 ed il 1511, misura 772 cm. (base) x 500 cm. (altezza).

La “Scuola di Atene” di Raffaello

Raffaello Sanzio: La scuola di Atene, della stanza della Segnatura in Vaticano

La scuola di Atene, della stanza della Segnatura, Vaticano
La scuola di Atene, della stanza della Segnatura, Vaticano (foto da Wikimedia Commons).

Sull’opera: “La Scuola di Atene” è un dipinto autografo di Raffaello realizzato con tecnica ad affresco nella stanza della Segnatura (Vaticano) fra il 1509 ed il 1511 misura  772 cm. (base) x 500 cm. (altezza).

Descrizione della Scuola di Atene

Le opere nella stanza della Segnatura sono raffigurate con una autentica chiarezza nel cromatismo, soprattutto nella parte figurativa dove Raffaello Sanzio ha voluto integrarci il vigore, la plasticità e le solide forme strutturali di Michelangelo.

La stanza della Segnatura è portata a termine nel 1511. Fra tutte le opere del Sanzio finora rappresentate, quelle più profondamente celebrate sono appunto l’affresco in esame e la Disputa del Sacramento: nella prima sono collocati, secondo due ordini, illustri personalità della scienza in un vivace dibattito attorniati ad Aristotele e Platone. La scena si ambienta in un interno arioso e vasto, ricco di bellissime architetture che richiamano il vicino San Pietro di Bramante.

I personaggi inseriti nel dipinto

Sul lato, alla sinistra, domina maestosa la scultura di Apollo, simbolo della la ragione, mentre sulla parte destra quella di una grandiosa Minerva, che rappresenta l’intelligenza.

Questo ci porta a considerare l’entusiasmo del Sanzio verso la scultura antica, della quale riesce a percepirne il condensato sin dal suo primo periodo romano. Sotto entrambe le statue Raffaello realizza in rilievo un ‘combattimento degli ingnudi’ ed un ‘tritone mentre rapisce una nereide’.

Al centro dell’affresco, come abbiamo già detto nelle pagine precedenti (pag. 3), stanno Aristotele e Platone. Quest’ultimo, che ha una certa somiglianza con Leonardo, reca nella sinistra il suo Timeo, mentre con la destra indica il cielo (un gesto quello, che vede nell’uomo il bisogno di ricercare un rapporto con l’Eterno).

Aristotele, come Platone, reca nella mano sinistra un grande volume – l’Etica – rivolgendo, il palmo dell’altra mano verso il mondo terreno (un gesto quello, che indica l’impegno dell’uomo nella ricerca e nello studio del mondo che costantemente lo circonda).

Raffaello - scuola di Atene stanza della Segnatura
Particolare (la scuola di Atene) della stanza della Segnatura, Vaticano.

Curiosità sul dipinto

Esiste una riproduzione della Scuola di Atene realizzata dentro l’area della moneta da un centesimo di euro, dove sono distinguibili tutte le figure del grande dipinto di Raffaello.

Quello che rende ancor più curiosa la riproduzione è il fatto che dentro il centesimo è stata realizzata anche la parte sottostante alla Scuola di Atene, cioè la struttura della Stanza della Segnatura.

Il quadro è stato eseguito dal pittore Stefano Busonero nel 2022.

Lo spazio occupato dalla porta in entrata nella stanza il Busonero l’ha impiegato per rappresentarci il grande Urbinate.

Scuola di Atene dentro la moneta di un centesimo di euro, diametro 15 mm
Stefano Busonero: Scuola di Atene dentro la moneta di un centesimo di euro, diametro 15 mm
La riproduzione dei contenuti di questo sito web di Arte, anche eseguita soltanto in parte, è vietata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.