Opere di Caravaggio – Michelangelo Merisi

Opere di Caravaggio (Milano, 1571 – Porto Ercole, 1610)

Pagine correlate al Caravaggio: Cenni biografici e critica – Biografia e vita artistica – Il suo periodo artistico – Annibale Carracci – Elenco delle opere – Bibliografia.

Alcuni tra i quadri più interessanti del Caravaggio:

Elenco delle opere raffigurate nelle pagine: Ragazzo con canestro di frutta, Il sacrificio di Isacco, Narciso, La Maddalena, Riposo nella fuga in Egitto, Santa Caterina d’Alessandria, La cena in Emmaus …………

Ragazzo con canestro di frutta

Ragazzo con canestro di frutta, cm. 70 x  67, Roma, Galleria Borghese.

6 riposo nella fuga

Riposo nella fuga in Egitto, cm. 135,5 x 166,5, Roma, Galleria Pamphili.

Particolare del riposo nella fuga in Egitto

Particolare del riposo nella fuga in Egitto, Roma Galleria Doria Pamphili.

Particolare del riposo nella fuga in Egitto

Particolare  dell’opera: Riposo nella fuga in Egitto, Roma Galleria Doria Pamphili.

Il sacrificio di Isacco

Il sacrificio di Isacco, cm. 104 x 135, Uffizi, Firenze.

Narciso

Narciso, cm. 112 x 92, Galleria Nazionale, Roma.

La Maddalena

La Maddalena, cm. 122,5 x 98,5, Roma, Galleria Doria Pamphili.

Santa Caterina d'Alessandria

Santa Caterina d’Alessandria, cm. 173 x 133, Madrid, Collezione von Thyssen.

La cena in Emmaus

La cena in Emmaus, 139 × 195, Londra, National Gallery.

San Giovanni Battista

San Giovanni Battista cm. 132 x 97, custodito a Roma nei Musei Capitolini.

La Vocazione di S. Matteo

La Vocazione di S. Matteo, cm 322 x 340, Chiesa di San Luigi dei Francesi, Roma.

Il martirio di San Matteo

Il martirio di San Matteo, cm. 323 x 343, Chiesa di San Luigi dei Francesi, Roma.

34 San Matteo

San Matteo e l’angelo, cm. 295 x 195, Chiesa di San Luigi dei Francesi, Roma.

36 La crocifissione di San Pietro

La crocifissione di San Pietro cm. 230 x 175, Chiesa di Santa Maria del Popolo, Roma.

37 La conversione di San Paolo

La conversione di San Paolo, cm 230 x 175, Chiesa di Santa Maria del Popolo, Roma.

40 La deposizione

La deposizione nel sepolcro, cm. 300 x 203, Pinacoteca Vaticana, Roma.

43 la Madonna di Loreto

La Madonna di Loreto, cm. 260×150, Chiesa di Sant’Agostino, Roma.

45 San Gerolamo

San Girolamo Scrivente, cm 112 x 157, Galleria Borghese, Roma.

San Girolamo Scrivente, Co-Cattedrale di San Giovanni

San Girolamo Scrivente, cm 117 x 157, Co-Cattedrale di San Giovanni (Oratorio di S. G. Battista dei Cavalieri), La Valletta (Malta).

Madonna dei palafrenieri

Madonna dei palafrenieri,  cm. 292 x 211, Galleria Borghese, Roma.

47 David

Davide con la testa di Golia, cm. 125 x 100, Galleria Borghese, Roma.

48 la cena in Emmaus

La cena in Emmaus, 141 x 175 cm. Pinacoteca di Brera, Milano.

49 la morte della Madonna

La morte della Madonna, cm. 369 x 245, Louvre, Parigi.

51 Madonna del rosario

Madonna del rosario, cm 364 x 249, Vienna, Kunsthistorisches Museum.

52 opere di misericordia

Sette opere di misericordia, cm. 390 x 260, Chiesa del Pio Monte della Misericordia, Napoli.

53 la natività

La natività con i santi Francesco e Lorenzo cm. 298 x 197, (già nella Chiesa di San Lorenzo Palermo, poi trafugato e non più ritrovato).

Frammenti

Questo diceva con convinzione il Caravaggio:« Quando non c’è energia non c’è colore, non c’è forma, non c’è vita ».

Il nome Caravaggio è il suo appellativo. Quello vero è Michelangelo Merisi.

Lavora a Roma, a Malta, a Napoli ed in Sicilia.

L’artista è uno dei due padri del Barocco. L’Altro è Annibale Carracci.

Egli è uno degli artisti più conosciuti al mondo.

Dove nacque il il pittore? A Milano o a Caravaggio? Purtroppo esiste documentazione contrastante a riguardo.

Il suo primo apprendistato lo passa nella bottega di Simone Peterzano.

Nei suoi anni di apprendistato il pittore segue gli insegnamenti dei pittori Veneti e Lombardi.

Famosa è l’inquietudine del Caravaggio: Giulio Mancini, biografo, nelle sue “Considerazioni sulla Pittura” racconta di una sua infanzia assai movimentata.

Anche da fanciullo, il Caravaggio ha un carattere abbastanza forte. Studia per quattro o cinque anni a Milano e già trabocca di stravaganza pittorica.

Poco più che ventenne l’artista si reca a Roma. Questo è il periodo in cui egli fa il più grande errore della sua vita: commette un omicidio.

La certezza dell’omicidio non è totale al 100%.

I suoi rapporti con la gente non sono facili proprio per la sua sensibile irascibilità e per il suo carattere spigoloso e complicato.

Anche la sua salute fisica è alquanto delicata e viene messa in relazione al suo stato psichico.

Ancora a Roma, il Caravaggio per vivere è costretto a realizzare copie di opere sacre il cui ricavato serve per pagare l’affitto di un modesto alloggio.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.